NewsTesto
  
  
  
  
  
  
L’operazione è volta a finanziare un portafoglio di impianti per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili, della potenza complessiva di 6,5 MW.

​Iccrea BancaImpresa e Banca di Verona Credito Cooperativo Cadidavid hanno perfezionato un’operazione di Project Finance per complessivi 15 milioni di euro, per il finanziamento di un portafoglio di impianti per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili da 6,5 MW di proprietà di Alps Energy RE Fund. Alps Energy RE Fund è il Fondo Comune di Investimento Immobiliare gestito da Serenissima SGR S.p.A., società di gestione del risparmio con sede a Verona e di proprietà de La Centrale Finanziaria Generale.

La produzione di energia elettrica sarà diversificata attraverso l’utilizzo di impianti foto-voltaici a terra (3,3 MW), impianti biogas da digestione anaerobica di biomasse agricole (3,0 MW) e una piccola centrale idroelettrica.

Il Fondo Alps Energy RE Fund, gestito da Serenissima a partire dal gennaio 2016, è stato costituito e avviato nel 2013 con la finalità di investire in acquisizioni di impianti di generazione elettrica da fonte rinnovabile, in un’ottica di diversificazione geografica e per fonte.

Al mese di dicembre 2017 il Fondo impiega circa 50 milioni di euro, a fronte di sottoscrizioni per 45,5 milioni di euro, in un portafoglio diversificato di impianti da fonti rinnovabili in Italia della potenza complessiva pari a 7,2 MW. Gli impianti finanziati permettono di ottenere una produzione annua di energia rinnovabile di 27 milioni di Kwh, equivalenti a una mancata emissione di CO2 in atmosfera pari a 12.000 tonnellate annue.

Il finanziamento concesso da Iccrea Bancaimpresa e Banca di Verona Credito Cooperativo  Cadidavid consentirà al Fondo di raddoppiare il portafoglio impianti attuale e procedere verso l’obiettivo dei 100 milioni di GAV.

Il pool è stato assistito da BIT S.p.A. per la consulenza tecnica e dallo studio legale DLA Piper per gli aspetti legali.


Scarica il comunicato stampa (pdf)

Si16/02/2018Comunicato Stampa
  
Il Gruppo Iccrea unica azienda privata italiana che continua a credere nell’iniziativa internazionale dedicata ai diplomatici del futuro.

​Il Gruppo bancario Iccrea con il 2018 ha confermato per il secondo anno consecutivo la sua partecipazione al progetto IMUN. IMUN (Italian Model United Nations) rappresenta la più grande simulazione di processi diplomatici organizzata in Italia, dedicata agli studenti dei diversi gradi della scuola, dalle medie inferiori all'università.

Il Gruppo bancario Iccrea, grazie alla collaborazione con l'Associazione United Network, (unico ente italiano organizzatore ad aver sottoscritto un protocollo d’intesa con il Ministero dell’Istruzione), ha offerto a 100 figli dei dipendenti iscritti alle scuole medie superiori la possibilità di partecipare all'iniziativa, sostenendone i costi di iscrizione e finanziando interamente tre borse di studio ai tre studenti più meritevoli che si sono distinti durante le simulazioni.

I Best Delegates che si sono contraddistinti e voleranno a New York per partecipare ai lavori di GCMUN (Global Citizens Model United Nations) sono: Laura Maria Mancarella, Alessandro Ceschel e Federico Maselli. La cerimonia di premiazione si è tenuta lo scorso 26 gennaio presso il Parlamentino nella sede del Gruppo Iccrea di Roma.

"La riconferma di partecipazione all’IMUN è la testimonianza dell’importanza delle relazioni internazionali per il Gruppo Iccrea - ha detto Marco Vernieri, responsabile Risorse Umane del Gruppo – e siamo orgogliosi di contribuire alla formazione dei figli dei dipendenti del Gruppo offrendo loro opportunità uniche nel panorama internazionale ed in contesti ambiziosi come quelli legati al progetto GCMUN".


Scarica il comunicato stampa (pdf)

Si02/02/2018Comunicato Stampa
  
L’obbligazione è a tasso variabile e di durata triennale

Sono passati poco più di 3 mesi dall’ultimo collocamento (bond senior da 600 milioni, nell’ottobre scorso), e Iccrea Banca è tornata nuovamente sul mercato per fare il pieno di richieste.

Nell’ambito del programma EMTN da 3 miliardi di Euro, Iccrea Banca ha infatti collocato un nuovo bond da 400 milioni di euro, a tasso variabile e di durata triennale, destinato agli investitori istituzionali del mercato domestico e internazionale. Il collocamento, effettuato per la prima volta nel formato “Club Deal”, ha visto Morgan Stanley nel ruolo di Sole Lead Manager, ed è stato  prezzato ad un re-offer pari a 99,7, con un rendimento di Euribor 3 mesi + 110 bps (rispetto a un IPT iniziale pari a Euribor 3 mesi + 120/125 bps).

L’importo del collocamento, inizialmente previsto in 300 milioni di euro, è stata innalzato a 400 milioni a seguito del forte interesse dimostrato dagli investitori per l’operazione.

In termini geografici, il 68% è stato distribuito in Italia. La componente estera, pari al 32%, ha visto una partecipazione del 12% in Benelux, del 9% in UK, del 5% in Svizzera e Austria, del 4% in Spagna e del 2% in altri paesi.

In termini di tipologia di investitori, il 45% è stato sottoscritto da Asset Managers, il 41% da Banche, il restante 14% da Assicurazioni e altri intermediari.

Iccrea Banca esprime soddisfazione per il risultato dell’emissione, in quanto rappresenta un’ulteriore testimonianza di fiducia verso le operazioni di funding da parte del Gruppo Iccrea e, contestualmente, una dimostrazione della solidità delle iniziative del Gruppo a soddisfazione delle esigenze di investimento degli investitori, sia nazionali che internazionali.

Scarica il comunicato stampa (pdf)

Si26/01/2018Comunicato Stampa
Tutte le news